Jaguar X-Ty



Recensione Jaguar X-Type

Auto Concessionari
Jaguar >>

Nuova Jaguar X-Type , recensione e prova su strada


Anche la lussuosa ed elegante Jaguar X-Type sposa i motori a gasolio. In un'epoca in cui chiunque, anche i clienti più facoltosi, badano ai consumi ed al risparmio, le vetture di alta gamma devono prevedere delle versioni dotate dei motori diesel, che ormai forniscono, a fronte di consumi ridotti, prestazioni in linea con i modelli a benzina. Ecco così che la Jaguar, per la sua X-Type, affianca alle due versioni benzina, la 2.5 V6 e la 3.0 V6, due vetture alimentate a gasolio.

La Jaguar ha un aspetto elegante, aristocratica, in linea con l'impostazione della XJ dai gruppi ottici a quattro fari tondi, con l'nclinazione dei montanti meno accentuata, con la porta posteriore il cui tratto è decisamente circolare, fino ad arrivare ad un'armonia complessiva che mettono a confronto l'ammiraglia XJ Type con la berlina X type. Ma di particolare la X Type ha i suoi allestimenti, sia interni che esterni, che riguardano sia la versione berlina che quella station wagon. Infatti, entrambe possono essere scelto in allestimento base o in quello sport.

La Jaguar X-Type è lunga 4,67 m, larga 1,79 ed alta 1,39 metri, nella sua versione berlina, con un passo di 271 cm ed un peso di 1555 kg. La Station Wagon ha le stesse dimensioni, con un peso di circa 50 kg in più, a seconda delle versioni.

La Jaguar X-Type 2.5 V6, proposta ad un prezzo di entrata di 34.350 euro, ha una potenza di 196 cavalli (144 kw), capace di esprimere una coppia massima di 241 Nm, di accelerare da 0 a 100 km/h in 8,3 secondi e di spingersi fino ai 225 km/h di velocità massima. Poco conveniente nei consumi, visto che impiega circa 13,6 litri di benzina per percorrere 100 chilometri nel ciclo urbano. Non va meglio per la versione 3.0 V6, proposta ad un prezzo iniziale di 42.150 euro, e che di litri per 100 km ne impiega 14,8. Questa vettura, ha una potenza notevole, di 231 cavalli, con un rapporto di coppia di 279 Nm a 3.000 giri, capace di raggiungere i 235 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in 7,0 secondi netti.

La prima versione diesel presentata dalla Jaguar è la 2.0 D, nell'unico allestimento, il classic. Una vettura studiata per ridurre al minimo i consumi, senza privarsi della classe tipica che la marca garantisce, ma lasciano per strada la sua brillantezza prestazionale. La 2.0 D infatti, con una potenza di 131 cv (96 kw), ed un prezzo di accesso di 30.750 euro, ha una coppia massima di 330 Nm a 1800 giri, raggiunge una velocità massima di 201 km/h ed accelera da 0 a 100 km/h in 9,9 secondi.
Ma sono i consumi, per questa versione, ad essere sensazionali per questo tipo di vettura: 7,7 litri di benzina per 100 km nel ciclo urbano.

Ben altre prestazioni per la 2.2D, nelle due versioni con 155 e 145 cavalli. La versione con 145 cavalli è la DPF, fornita di serie del filtroantiparticolato, che ne riduce la potenza. La coppia è per entrambe di 360 Nm a 1800 giri/min. L'accelerazione da 0 a 100 km/h la si raggiunge in 8,9 e 9,1 secondi, mentre la velocità massima è, rispettivamente, di 220 e 216 km/h. Identici, ovviamente, i consumi: 8,3 litri per percorrere 100 km nel ciclo urbano, 4,7 litri nell'extraurbano e 6,0 nel misto.