Suzuki Swift



Recensione Suzuki Swift

Auto Concessionari
Suzuki >>

Recensione e prova della Suzuki Swift


Suzuki Swift ha stupito un po' tutti, sin dalla sua comparsa sul mercato. La sua linea originale anche se richiama un po' le forme della Mini, è piaciuta subito, specie ai giovani, che forse han visto proprio nella piccola giapponese l'alternativa, molto meno costosa, alla piccola amata tedesca.



    Suzuki Swift Foto    









La versione Sport della Swift si caratterizza per un design esterno più aggressivo, ma anche per molti dettagli interni. Frontalmente, la Swift Sport è più bassa, più larga, con i paraurti molto ampi e con aperture per il raffreddamento del propulsore. I fendinebbia sono molto aggressivi. Lateralmente, i cerchi in lega sono ben curati, mentre posteriormente, nuovo design per le luci, lo spoiler alto, ed il doppio terminale di scarico elegantemente cromato.

Internamente, i colori sono i classici sportivi, il rosso e il nero, sagacemente abbinati in modo azzeccato. I sedili sono sportivi, contengono bene nelle curve e nelle accelerazioni, le sedute sono più profonde, interessante la presenza dei supporti lombari, le imbottiture rigide. Il volante è in pelle, gli inserti sono in alluminio, con bordature cromate sul quadro strumenti. I materiali utilizzati sono decisamente piacevoli e di egregia qualità.

L'abitacolo resta comunque comodo e spazioso, con un bagagliaio capiente (213 litri, che possono diventare 495 litri reclinando i sedili posteriori). Quattro passeggeri si accomodano tranquillamente a bordo.

Il motore è un propulsore M16A VVT, 4 cilindri, 16 valvole, 1.686 cc di cilindrata, capace di sviluppare una potenza di 125 cavalli (92 kw), con una coppia di 148 Nm a 4800 giri. La velocità massima raggiungibile è di 200 km/h, l'accelerazione da 0 a 100 km/h in 10 secondi netti.

L'efficienza è garantita ai massimi regimi, con la fasatura variabile e gli assi a camme, i quali sono in grado di produrre alzate di valvola elevate. Il cambio è manuale a 5 rapporti.

Il servosterzo a gestione elettronica, è preciso e reattivo. I cerchi sono in lega leggera da 16 pollici, con pneumatici da 195/50, che garantiscono una connotazione sportiva ed un'elevata trazione. Grazie ai 4 dischi di diametro maggiorato rendono molto efficiente l'impianto frenante.

I consumi sono nell'ordine dei 9,0 litri per percorrere cento chilometri, non contenutissimi ma nemmano troppo elevati.

La Suzuki Swift è disponibile anche nella motorizzazione base 1.3 16 valvole, sia a 3 che a 5 porte, con una potenza di 92 cavalli (68 kw), con una coppia massima di 116 Nm a 4200 giri. Numeri che portano la Swift 1.3 ad una velocità massima di 175 km/h, con un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 11 secondi. Disponibile anche la versione con quattro ruote motrici, con la stessa potenza e le stesse caratteristiche.

Ultima nata, la versione a gasolio, con propulsore 1.3 16 valvole DDiS, con una potenza di 69 cavalli, che presenta consumi davvero bassi: bastano infatti 5,7 litri per percorrere 100 km nel ciclo urbano.