Preordini Alfa Romeo Giulia: il momento della verità

Il prossimo 15 aprile si aprirà la campagna di preordini per la tanto agognata Alfa Romeo Giulia, la nuova berlina dello storico marchio italiano che ha animato la stampa specializzata negli ultimi mesi e riacceso il Cuore Sportivo dei fan del Biscione. Siamo quindi giunti al momento della verità, sarà un successo? Sarà un flop?

giulia
Dopo mesi di discussioni, ritardi e rinvii è finalmente giunto il momento per la resa dei conti, tra tre giorni la Giulia entrerà ufficialmente sul mercato e sarà possibile ordinarne una. È trascorso quasi un anno dalla sua presentazione, avvenuta ad Arese lo scorso 24 giugno; durante questo lungo periodo di gestazione gli animi del pubblico si sono scaldati, infervorati e hanno conosciuto anche momenti di gelo, specie quando circolò in rete la notizia, poi smentita, di grossi problemi alla verifica dei crash test.

Il ritardo del lancio commerciale ha fomentato non poche polemiche sui social network e non è raro leggere commenti feroci nei quali si legge che la Alfa Romeo arriverà sul mercato già vecchia o che in FCA si lavori già al suo restyling. Le cause del ritardo inizialmente vennero imputate dallo stesso Sergio Marchionne alla flessione del mercato cinese e al ridimensionamento dei progetti del Gruppo, ma successivamente, in occasione della presentazione della gamma completa, si scoprì che lo sviluppo della berlina non era del tutto completato.

Meglio tardi che mai il grande momento è arrivato e siamo certi che in FCA le aspettative saranno a mille, così come i timori, sulla risposta che il pubblico darà alla Giulia. Sicuramente qualcuno in Casa del Biscione avrà sognato nottetempo un exploit in stile Tesla, con oltre 300 mila auto prenotate in meno di una settimana, ma sappiamo già che non andrà così. Per quanto sanguigna e sportiveggiante la Alfa Romeo Giulia rimane una berlina compatta e, dando uno sguardo ai dati di vendita globali, si tratta di una tipologia di vettura decisamente non in voga. Su tutte le piazze internazionali continuano a spingere forte Suv e Crossover di tutte le taglie, facendo numeri pesanti di vendite e la felicità dei costruttori. La Alfa Romeo Stelvio avrà sicuramente vita più facile della Giulia, per la quale non è ancora stata prevista neppure la variante familiare Sport Wagon. Attendiamo quindi con impazienza cosa accadrà il 15 aprile per scoprire la risposta degli Alfisti.

[Fonte: International Business Time]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>