Tesla Model X, il primo Crossover elettrico!

Il Salone di Ginevra 2016 sarà il trampolino di lancio verso l’Europa per la Tesla Model X, il particolare crossover elettrico partorito dalla geniale mente di Elon Musk. L’elettrica californiana ha già fatto parlare di sé per le scenografiche portiere ad Ala di Falco.

tesla model x
Tesla Motors è una casa costruttrice Californiana votata al 100% alla trazione elettrica; puntando principalmente ai segmenti premium, il costruttore ha finora proposto modelli accattivanti e altamente prestazionali. A questa categoria appartiene anche la Model X, presentata in anteprima assoluta lo scorso settembre. Pur non trattandosi di un crossover nel senso più stretto del termine, la Model X offre un abitacolo da padiglione piuttosto alto e il suo tratto distintivo è l’elaborato sistema di aperture delle portiere, ribattezzato ad Ala di Falco.

Anticipando il debutto a Ginevra, sono state rilasciate le specifiche e le varianti delle Tesla Model X destinate ai mercati europei; il modello entry level è rappresentato dall’allestimento 70D e prevede una batteria da 70 kWh, sufficiente a garantire una autonomia, stimata e da verificare, di 400 chilometri. Le prestazioni del modello “base” sono di tutto rispetto, accelera da 0 a 100 in 6.2 secondi e raggiunge una velocità massima di 225 chilometri orari. La versione 90D ha un’autonomia di 470 chilometri, raggiunge i 100 km/h in 5 secondi e tocca i 250 km/h di velocità massima. Al top della gamma si colloca la P90D, con un range di percorrenza pari a 450 chilometri, uno sprint da 0 a 100 in 4 secondi (che si riducono a 3.4 secondi con la modalità Ludicrous Speed) e 250 km/h di velocità massima.

I prezzi delle Tesla Model X europee non sono stati ancora comunicati, ma sappiamo che negli USA è venduta a partire da 80 mila dollari; il prezzo però è destinato fortemente a lievitare vista la grande possibilità di personalizzazione offerta dalla Casa di Palo Alto. Per fare un esempio degli optional e dei gadget con i quali può essere personalizzato il crossover, citiamo il Bioweapon Defence Mode, una contromisura che mette al riparo gli occupanti dell’auto in caso di attacco biologico! Una volta prenotata la vettura, versando un acconto di 4 mila euro, è possibile configurarla con una applicazione dedicata e riservata sul sito Tesla Motors. I tempi di attesa sono di almeno sei mesi e le prime consegne, per le prenotazioni fatte a inizio anno, inizieranno dal prossimo giugno.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>