Audi Nanuk Quattro Concept: un inarrestabile crossover al Salone di Francoforte 2013

Audi Nanuk è lo spettacolare crossover concept che la Casa dei Quattro Anelli ha portato al debutto al Salone di Francoforte 2013; il prototipo, dalle linee incredibilmente sportive, è accreditato come un’auto a 360 gradi, performante ed efficace sull’asfalto autostradale, sulle strade innevate di montagna, in fuoristrada o in pista. Disegnata dalle sapienti mani dei progettisti Italdesign Giugiaro, la Nanuk mostra forme e muscoli da sportiva vera, con uno stile originale e decisamente gradevole.

L’impostazione della Audi Nanuk è quella delle sportive pure, con il motore collocato in posizione centrale, e vanta una dotazione tecnologica degna di un’astronave; una chicca sono le sospensioni Adaptive Air Suspension, un sistema intelligente di nuova concezione, il quale, interfacciandosi con il sistema di navigazione satellitare e interpolando i dati relativi alla velocità, regola l’altezza delle sospensioni per assicurare la massima trazione e sfruttare appieno, e su ogni fondo, le doti del propulsore. Ovviamente il sistema automatico è escludibile e il guidatore può impostare su tre diversi livelli l’altezza da terra del corpo vettura.

Per assicurare ulteriormente la migliore performance dinamica la Audi Nanuk Quattro Concept è dotata del sistema Integral Steering, un dispositivo il quale, oltre a rendere sterzanti le ruote posteriori, interviene in maniera automatica e intelligente sullo sterzo per assicurare la massima stabilità nelle situazioni al limite.

Alle forme e alle linee che trasudano dinamismo e sportività la Audi Nanuk abbina un propulsore da supercar; si tratta di un poderoso V10 da 5.000 litri con doppia sovralimentazione. La potenza erogata dal dieci cilindri è pari a 544 cavalli, con una coppia massima di 1000 Nm; valori questi che, considerata la massa relativamente contenuta (circa 1.900 kg.) assicurano al prototipo tedesco prestazioni superlative. I vertici di Ingolstadt dichiarano un’accelerazione da 0 a 100 Km/h in soli 3.8 secondi e una velocità massima di 305 chilometri orari. Oltre alla celebre trasmissione integrale Quattro, il notevole potenziale della Nanuk è gestito tramite la raffinata trasmissione S Tronic a sette rapporti. La potenza è scaricata a terra attraverso enormi ruote da 22 pollici, gommate in 235/50 all’anteriore e 295/45 al posteriore; l’impianto frenante è praticamente da competizione con elementi carboceramici.

I dati relativi ai consumi di carburante, sempre ovviamente dichiarati dalla casa nella scheda tecnica del prototipo, sono particolarmente interessanti, tenendo ovviamente conto delle prestazioni e delle caratteristiche della Audi Nanuk; con “soli” 7.8 litri di carburante sarebbe infatti possibile percorrere cento chilometri. Una performance di efficienza raggiunta anche grazie all’ottimizzazione di alcune componenti come la pompa dell’olio a regolazione continua o i sistemi di raffreddamento.

Non sappiamo al momento se la Audi Nanuk avrà uno sbocco verso la produzione in serie, rimane sicuramente una eccezionale show car e un laboratorio sperimentale che anticipa alcune interessanti soluzioni tecniche che vedremo sulle future Audi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>