Volkswagen Tiguan



Nuova Volkswagen Tiguan

Auto Concessionari
Volkswagen >>

Recensione e prova Volkswagen Tiguan



Con la pubblicazione delle prime foto ufficiali, finalmente ha un senso parlare della Nuova Volkswagen Tiguan, il suv della casa tedesca.



Foto Volkswagen Tiguan






 

 

Bella, cattiva, dinamica e capace di coinvolgere subito il possibile acquirente ed in particolare chi ama questo tipo di vetture. In grande anticipo rispetto all'Audi, che continua ad alimentare l'attesa per l'uscita dei modelli Q3 e Q5, che usciranno soltanto nel 2009, la Volkswagen Tiguan è stata confidenzialmente ribattezzata Mini Touareg.

 

 

Con la sorella maggiore di certo non spartisce il prezzo, visto che la Tiguan avrà un prezzo di partenza di 25.000 euro, decisamente più accessibile rispetto alla Touareg. La Volkswagen ha chiaramente nel mirino il grande successo che la Toyota sta ottenendo, da anni, con la sua RAV4.

 

Le dimensioni non tradiscono le aspettative, visto che con una lunghezza di 4,43 metri si trova ad essere a metà strada tra una Golf Plus (4,21) ed una Touran (4,70).

 

 

La Tiguan si presenta con una spiccata doppia personalità: quella Track & Field, adatta agli sterrati e capace di assumere un angolo di attacco di 28°, con una disponibilità di accessori e dispositivi tutti orientati all'off-road, quali, ad esempio, il sistema di di ausilio per le partenze in salita, oppure l'assistenza alla guida in discesa. L'angolo di attacco delle versioni Trend & Fan e Sport & Style è di 18°, per due versioni adatte al comportamento cittadino.

 

 

L'abitabilità interna è stata curata nei minimi dettagli, un classico per le Volkswagen, si dirà, ma in questo caso si è voluto fare ancora di più. Le finiture sono ottime, lo spazio elevato e razionalità in ogni singolo dettaglio. Il divano posteriore è in grado di scorrere di 16 cm per aumentare la capacità di carico dai 470 ai 600 litri.

 

 

La plancia è semplice e senza troppe concessioni sfarzose, con comandi ergonomici e perfettamente funzionali ed intuitivi, con la leva del cambio (manuale, a 6 rapporti, con innesti precisi) corta ed in posizione rialzata. Parecchi i vani portaoggetti disseminati all'interno dell'abitacolo.

 

 

Molte soluzioni tecniche della Tiguan sono state ricavate dalla Passat, a partire dalle sospensioni posteriori a quattro bracci, già montati sulla Passat 4Motion. L'impianto frenante è stato potenziato con il telaietto ausiliario d'acciaio ad alta resistenza.

 

 

Lo sterzo elettromeccanico, di nuova generazione, grazie alla nuova scatola guida che elima contraccolpi al volante, è perfetto per la guida fuoristrada. Ma anche in condizioni cittadine non si resterà delusi. La Tiguan sarà precisa, maneggevole e ottima da guidare in città come nei viaggi autostradali. E le prestazioni non saranno trascurabili, grazie al propulsore 1.400 TSI con 150 cavalli di potenza, prestante e con ottimi spunti in ripresa, e consumi non eccessivi.

 

 

Le altre due motorizzazioni a benzina saranno i TSI da 170 e da 200 cavalli, per assicurarsi prestazioni elevate. La TSI da 170 cavalli disporrà di una potenza di coppia massima di 240 Nm a 1.750 giri/min, mentre la TSI da 200 cv arriverà a 280 Nm a 1.800 giri. Motori moderni, i TSI, propulsori ad alto rendimento, capaci di massimizzare le prestazioni al cospetto di consumi di carburante ridotti e basse emissioni inquinanti.

 

 

Due le versioni diesel: TDIs Common Rail da 140 cavalli e da 170 cavalli. Quest'ultimo, davvero brillante, con coppia da 320 Nm. Entrambe le versioni saranno conformi alle normative antinquinamento Euro 5.