Volkswagen Golf VI 2008



Nuova Golf VI

Auto Concessionari
Volkswagen >>

Presentazione e foto della Nuova Golf, la Golf VI che uscirà ad Ottobre 2008



Il primo comunicato stampa ufficiale ci svela com'è la Nuova Golf, la Golf VI.


La sesta serie della Volkswagen Golf, la cui evoluzione noi di Autoamica abbiamo seguito sin dai primi rumors, risalenti ad un anno fa esatti, è ora pronta, come mostrano le immagini che possiamo proporvi in esclusiva.


La Nuova Golf si presenta forte di essere la vettura europea di maggior successo da quanto apparve, con oltre 26 milioni di unità vendute nelle cinque serie. La Nuova Golf VI offre un contenuto di valore come mai prima, con livelli di qualità e di comfort totalmente nuovi per la sua categoria, come afferma il Presidente del Gruppo Volkswagen Martin Winterkorn.



Foto Volkswagen Golf







Le consegne della Golf VI inizieranno ad ottobre in Europa, per poi proseguire negli altri continenti. Il design della Nuova Golf è semplice, chiaro e dinamico al contempo, secondo un indirizzo stilistico che la casa tedesca intende seguire anche per i modelli di prossima uscita. Il comfort a bordo è di elevato livello, così come le sue qualità acustiche, da categoria superiore. I motori ed i cambi di nuova generazione hanno consentito un risparmio dei consumi fino al 28% rispetto al precedente modelo. Sia i propulsori a gasolio che quelli a benzina sono già in linea con le normative Euro 5.


Tutte le Golf avranno a disposizioni dispositivi tecnologici di avanguardia. Tra questi l'ACC, il sistema di regolazione automatica della sicurezza, il DCC, la regolazione adattiva dell'assetto ed il ParkAssist. Il sistema di controllo elettronico della stabilità, l'ESP, è di ultima generazione, più rapido e preciso che, con i 7 airbag ed i poggiatesta Woks in grado di prevenire il colpo di frusta ed i sensori di verifica delle cinture anche posteriori, dotano la Golf di un livello di sicurezza molto elevato.


Il design della Nuova Golf non è rivoluzionario rispetto alla Golf V. E questo lo sapevamo fin dal principio. La Nuova Golf, come commenta il noto Walter de'Silva, responsabile design del gruppo, deve avere un carattere semplice, universale ed inconfondibile, come si conviene per l'auto che più di ogni altra ha saputo diventare un'icona per tutti gli automobilisti.


Il look della Golf VI è quindi più semplice ma anche più aggressivo e sportiveggiante. La Nuova Golf risulta essere più tridimensionale che in passato, con linee ed angoli chiaramente definiti e proporzionali, in cui ogni dettaglio è curato al massimo. Rispetto alla Golf V la Golf VI dispone di un frontale dai lineamenti nitidi, come sulla Golf I, mentre la forma del montante posteriore è stata perfezionata con l'arrivo della generazione IV. Il tetto della Golf richiama quello della Nuova Scirocco, poggiando su spalle larghe e grintose frutto della linea pronunciata che percorre la fiancata dai proiettori ai gruppi ottici posteriori. Questa cosiddetta “linea di carattere” fa apparire la nuova Golf
più presente e grintosa nella vista laterale su strada.


Il paraurti anteriore è di colore nero lucido, con la parte inferiore che corrisponde allo stesso stile di quello della calandra. Anche i proiettori sono supportati da una struttura di colore nero. La parte posteriore della vettura è anch'essa caratterizzata dalle linee orizzontali. Gruppi ottici molto larghi, con la fascia trasparente per gli indicatori di direzione e le luci di retromarcia, che richiamano le soluzioni già scelte per la Touareg. Nel complesso, la Golf Vi è più bassa, larga e sportiva della Golf V.


Passiamo ora all'analisi degli interni. Il valore dei materiali e dell'insieme è ovviamente elevato, come da sempre accade per questa vettura. Le rifiniture sono in cromo satinato, gli strumenti circolari richiamano la grafica già vista sulla Passat CC. Le doti di ergonomicità sono state massimizzate. Tutti i comandi sono facilmente raggiungibili, il clima è di tipo automatico Climatronic. Per chi sceglie i sedili in pelle troverà una gradita sorpresa: la presenza di una rifinitura che impedisce il trasferimento di colore dai vestiti ai sedili. Il vano bagagli è dotato di 4 ganci che servono per fissare i sacchetti della spesa.


Ma veniamo ora all'analisi dei motori della Nuova Golf. I motori diesel sono tutti Common Rail TDI, i più silenziosi e prestanti. La gamma spazia da potenze comprese tra i 90 ed i 170 cavalli. La Nuova Golf al momento del lancio disporrà del 2.0 TDI da 110 cavalli e del 2.0 TDI da 140 cavalli, tutti dotati di filtro antiparticolato. E' ragionevole pensare che in seguito arriverà anche il TDI da 170 cavalli. Il TDI da 90 cavalli è in grado di percorrere 100 chilometri con soli 4,5 litri di gasolio, per soli 119 g/km di CO2. Il 140 cavalli consuma solo 5,4 litri per 100 km con 142 g/km di CO2.


I motori a benzina sono caratterizzati dall'estrema attenzione, quantomai opportuna in questi tempi, ai risparmi di carburante. Quttro i livelli di potenza: 80, 102, 122 e 160 cavalli. Dalla motorizzazione con 122 CV di potenza i motori sono TSI sovralimentati mediante compressore volumetrico e/o turbocompressore. L'ottimizzata versione di base eroga 80 CV di potenza e consuma solo 6,4 litri per 100 chilometri (emissione CO2: 149 g/km), ovvero 0,5 litri in meno rispetto alla versione precedente.


Una prova eccellente sul versante dell'efficienza è fornita ancora una volta dai TSI: la nuova Golf motorizzata con il 1.4 TSI 122 CV consuma solo 6,0 litri per 100 chilometri (emissione CO2: 144 g/km), facendo segnare una riduzione di 0,3 litri nel ciclo combinato. E anche la nuova versione di vertice 1.4 TSI 160 CV raggiunge un prestigioso consumo combinato di 6,3 l/100 km, facendo registrare una riduzione di ben 1,6 litri rispetto al FSI 150 CV che ha rimpiazzato.


A eccezione delle versioni entry level, tutte le motorizzazioni benzina e Diesel potranno essere abbinate al cambio a doppia frizione DSG della Volkswagen. In base alla coppia motrice del motore, l'abbinamento sarà con un DSG a 6 marce oppure a 7 marce. Ciò significa che sulla nuova Golf l'efficiente e versatile cambio DSG è subentrato al tradizionale cambio automatico con convertitore di coppia.


La particolare efficienza dell'unione TSI-DSG è dimostrata dal consumo combinato del 1.4 TSI 160 CV abbinato al DSG a 7 marce: 6,0 l/100 km (emissione CO2: 139 g/km). Questo duetto di alta tecnologia rimpiazza il 2.0 FSI 150 CV abbinato al tradizionale cambio automatico a 6 marce. Precedente valore di consumo combinato: 8,3 litri. Riduzione del consumo: 2,3 l/100 km, cioè 28% in meno.