Maserati Spyder



Recensione Maserati Spyder

Auto Concessionari
Maserati >>

Recensione e prova su strada della Maserati Spyder

 

Maserati Spyder, una roadster di nuova concezione, capace di fornire prestazioni sportive elevatissime senza dimenticare una spiccata guidabilità in ogni condizione, anche nel traffico cittadino. 



Maserati Spyder     Foto Maserati Spyder     Maserati Spyder Immagini









Lo stile è bello e armonioso, aggressivo ma delicato, realizzato dalla cura e dalla classe di Giugiaro. Il passo è più corto di 22 cm rispetto alla coupè, sono state eliminate le griglie sul cofano, ed i gruppi ottici a lente tersa posteriori sono completamente nuovi.

 

Sin dalla fase di realizzazione si  è badato molto alla sicurezza passiva, con una struttura differenziata che integra i due rollbar, necessari nelle spider per garantire la sicurezza in caso di ribaltamento della vettura.

Internamente, il piacere di guida è elevato, il comfort massimo ed il lusso adeguato al livello della vettura. Pelle e plastiche sono di qualità davvero pregiata, di realizzazione spesso artigianale, in pieno stile Maserati. I sedili sono regolabili elettronicamente ed uno speciale sistema memorizza le preferenze del guidatore e del passeggero.

 

La strumentazione è analogica, ma dispone di uno schermo da 5,8 pollici, a colori, che gestisce i dati dell'impianto stereo, il computer di bordo, il climatizatore automatico e, se richiesto, il navigatore satellitere ed il vivavoce bluetooth. Solo a richiesta il cruise control a gestione elettronica e i sensori di parcheggio. Il baule dispone di una buona capacità, 300 litri circa.

La capote
è ovviamente a controllo elettrico, con attivazione elettro idraulica, che viene azionata mediante un pulsante nel tunnel centrale. Scompare del tutto in un vano chiuso, ed il rivestimento del telo è rinforzato e quanto più possibile insonorizzato. Il frangivento, posto tra i rollbar, è a richiesta.

Il motore, unico, è un 8 cilindri a V, con 4.200 cc di cilindrata, aspirato, realizzato per essere il più leggero possibile, in alluminio. La distribuzione è a due alberi a camme in testa per bancata, con 4 valvole per cilindro, dotate di variatore di base continuo.

La sua potenza è di 390 cavalli a 7.000 giri, con coppia massima notevole, di 451 Nm a 4500 giri. Potenze che spingono la Spyder a 283 km/h, accelerando da zero a 100 km/h in cinque secondi esatti. Prestazioni ottenute grazie alla potenza del motore, alla leggerezza dei materiali utilizzati ed un coefficiente aerodinamico (CX) di 0,36.