Auto Aziendali



Trattamento fiscale delle auto aziendali

nuove auto



Auto Aziendali >>

 

Le guide di Auto Amica: Auto Aziendali

Guida al trattamento fiscale delle auto aziendali


Per poter conoscere il trattamento fiscale delle auto aziendali occorre innanzitutto provvedere ad una classificazione dei veicoli a motore.

Tipologie di vetture a motore (articolo 54 del decreto legislativo 285/92):

  • a) autovetture: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo nove posti,compreso quello del conducente
  • c) autoveicoli per trasporto promiscuo: veicoli aventi una massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 t o 4,5 t se a trazione elettrica o a batteria, destinati al trasporto di persone e di cose e capaci di contenere al massimo nove posti compreso quello del conducente
  • d) autocarri: veicoli destinati al trasporto di cose e delle persone addette all'uso o al trasporto delle cose stesse
  • m) autocaravan: veicoli aventi una speciale carrozzeria ed attrezzati permanentemente per essere adibiti al trasporto e all'alloggio di sette persone al massimo, compreso il conducente.

Ad oggi però, con l'introduzione delle nuove normative comunitarie, la classificazione deve ora tenere conto di queste, come da decreto del 1998, in cui risultano essere solo due le tipologie di vetture:

  • M1: veicoli destinati al trasporto di persone
  • N: veicoli destinati al trasporto di merci), sopprimendo di fatto la classe degli autoveicoli destinati al trasporto promiscuo di persone e cose definiti dalla suddetta lettera c) dell'articolo 54, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.

Importanti dunque queste classificazioni poichè consentono di stabilire quali siano i trattamenti fiscali delle auto aziendali.

 

I veicoli possono essere non limitati quanto a deduzione dei costi oppure con costi parzialmente deducibili.


Possono essere dedotti costi e spese in modo integrale per i veicoli strumentali all'esercizio dell'attività propria dell'azienda, quelli in uso promiscuo al dipendente e quelli adibiti ad uso pubblico.


Sono inoltte previste limitazioni alla deduzione dei costi per le autovetture, gli autocaravan, i ciclomotori e i motocicli non destinati agli usi descritti nei punti precedenti.


La limitazione in questi casi può essere percentuale e interessa tutte le tipologie di costo, oppure può essere in valore assoluto, che si aggiunge a quella percentuale, e interessa solo ammortamenti, leasing e noleggio. I veicoli di lusso nella normativa fiscale non esistono più.

 

 


auto saloni

Aree di servizio


 
guida acquisto auto usate

Abarth
Alfa Romeo
Audi
Bmw
Chevrolet
Citroen
Dacia
Daihastu
Dr
Ferrari
Fiat
Ford
Honda
Hyundai
Infiniti
Jaguar
Kia
Lamborghini
Lancia
Lexus
Maserati
Mazda
Mercedes Benz
Mini
Mitsubishi
Nissan
Opel
Peugeot
Porsche
Renault
Saab
Seat
Skoda
Smart
Subaru
Suzuki
Toyota
Volvo
Volkswagen
Jeep
Tata
Rolls Royce
 


Condizioni d'uso | Contatti | Pubblicità | Editoriali | Credits | Privacy | Statistiche

Vietata la riproduzione anche parziale di testi, video, immagini

Powered by Uniconet P.IVA: 08466910018