Alfa Romeo Mito



Anteprima Alfa Romeo Mito

Auto Concessionari
Alfa Romeo >> Alfa Mito >>

Speciale Alfa Romeo Mito

Alfa Mito: Lo stile - Il piacere di guida - Motori e cambi - Sicurezza - Benessere a bordo - Prova su strada







Lo stile di guida dell'Alfa Mito

In tutto il mondo le Alfa Romeo sono riconosciute come vetture belle, sportive e capaci di riproporre, attraverso la più brillante tecnica motoristica attuale, il retaggio di una grande tradizione di corse e di vittorie. Automobili, insomma, che nell'uso quotidiano sanno regalare grandi sensazioni e restituire un autentico piacere di guida. E Alfa Romeo MiTo conferma queste caratteristiche tanto da poter essere definita la “compatta più sportiva”.


Non solo. Alfa Romeo MiTo esprime con forza tutta la vitalità creativa del Marchio, un particolare modo d’intendere l’automobile distante dal semplice concetto di “utile mezzo di trasporto”. Da sempre, infatti, le Alfa Romeo sono destinate a tutti coloro che da una vettura si aspettano anche una risposta ad attese destinate a superare il campo della necessità per sconfinare in quello delle emozioni: dal gusto estetico alla passione per la tecnica raffinata, dal piacere di stare dietro ad un volante all’espressione della propria personalità.


Disegnata dal Centro Stile Alfa Romeo di Arese, il nuovo modello è la prima vettura realizzata dopo la 8C Competizione - icona stilistica e tecnologica di Alfa Romeo - di cui riprende alcuni tratti caratteristici: la particolare forma della vetratura laterale delineata dai vetri a giorno, il “trilobo” che contraddistingue il paraurti anteriore, la forma dei proiettori e dei fanali posteriori a LED. E proprio intorno a proiettori e a fanali si coglie un distintivo elemento di personalizzazione: una cornice, con trattamenti materici e colori diversi, che disegna un elegantissimo effetto eye-liner, per rimarcare stile e aggressività.


Proposta a 3 porte, Alfa Romeo MiTo si contraddistingue per le dimensioni compatte che sintetizzano l’aggressività di una vettura pensata per garantire la massima efficienza di guida (è lunga 4,06 metri, alta 1,44 m e larga 1,72 metri). Misure che trovano espressione stilistica nelle superfici molto scolpite e abilmente modellate. In dettaglio, grande dinamicità viene impressa dal segno orizzontale “scavato” in corrispondenza al passaruota anteriore verso la fiancata. Le ruote di grandi dimensioni e i possenti “muscoli” dei parafanghi posteriori accentuano la personalità e la forza del modello, senza per questo togliere eleganza a quelle linee che scorrono morbide, quasi a sottolineare la bellezza formale dei singoli elementi degli esterni: il proiettore a “goccia” incastonato come una pietra preziosa nel parafango anteriore e i fanali posteriori a LED, sintesi di tecnologia e razionalità.



Foto Alfa Mito



Inoltre Alfa Romeo MiTo propone altri tratti distintivi che definiscono la sua forte personalità e la rendono immediatamente riconoscibile, secondo le peculiarità del Marchio. Ad iniziare dal frontale, forte ed essenziale, dominato da un family feeling Alfa Romeo che è rappresentato dal caratteristico “trilobo” su cui campeggia lo scudo di grandi dimensioni. Da qui, idealmente, si sviluppa l’intera vettura combinando una leggera “aggressività” stilistica con una spiccata eleganza delle forme.


Non meno caratteristico è il profilo che fa percepire il modello come un’auto agile, solida e protettiva. Grazie, soprattutto, alla scalfatura della fiancata che dona slancio e dinamismo alla vettura. Inoltre, le linee tese che chiudono sul posteriore e la ridotta superficie vetrata (rispetto alla preponderante fiancata) accentuano l’impostazione “a cuneo” dell’insieme assicurando un aspetto di assoluta sportività.


Anche la parte posteriore ha una forte impronta stilistica. La coda dell’Alfa Romeo MiTo, infatti, si contraddistingue per il lunotto ridotto, sorretto dalle spalle possenti che incorniciano i fari tondi dallo stile racing. Infine, nel paraurto trova spazio un ampio estrattore, specifico a seconda delle versioni, dotato di grande tridimensionalità e collocato subito sotto un “labbro” di carrozzeria che ne enfatizza la spiccata personalità.


Le soluzioni adottate sull’Alfa Romeo MiTo per raggiungere i massimi livelli di efficienza aerodinamica non si limitano al disegno delle forme. L’aria avvolge la vettura e segue il suo percorso naturale, non ostacolata da spigoli e irregolarità. Infatti, tutte le superfici e i profili dei montanti e dei vetri, insieme alla forma e alla posizione degli specchietti retrovisori, sono stati ottimizzati sia con calcoli computazionali sia con prove in galleria e su strada. Il risultato finale è un Cx di 0,29 che conferma le doti sportive della compatta Alfa Romeo.


Per esaltare le forme di Alfa Romeo MiTo, il Centro Stile Alfa Romeo ha sviluppato un’ampia gamma di colori di carrozzeria che, oltre ad abbinarsi alla sinuosità della vettura, esprimono modernità e suggestione tecnologica. In particolare, sono disponibili 10 tinte di carrozzeria, di cui 5 metallizzati, che rispecchiano ogni sfaccettatura dell’anima sportiva della nuova Alfa Romeo (ben 6 colori sono introdotti per la prima volta proprio su Alfa Romeo MiTo).


Ecco allora il rosso che è stato declinato in due versioni: il tradizionale Rosso Alfa pastello e il più chiaro Rosso Giulietta, richiamo al passato glorioso, che conferisce un carattere sportivo e giovane a questo modello. Anche il bianco è di nuova formulazione ed è disponibile in due soluzioni: il pastello più caldo ed il perlato ancor più prezioso. Invece, colore tecnico per eccellenza, il grigio è presentato in due declinazioni: un grigio spiccatamente sportivo a grana grossa e micalizzato, uno più chiaro e brillante.


Disponibile anche il nero che, oltre al tradizionale pastello, si rinnova grazie all’introduzione di una tinta particolare con un fondo di pigmento micalizzato rosso che sotto il sole “sprigiona” tutta la propria forza. Nell’area cromatica del Blu è poi proposto un azzurro chiaro, perlato molto elegante. Infine un colore speciale e nuovo per la nuova Alfa compatta: il giallo, molto intenso, caldo e profondo. Per cliente che vuole personalizzare ulteriormente la propria vettura è possibile richiedere il tetto verniciato di nero oppure, per la prima volta su un’Alfa Romeo, scegliere tra 14 diversi trattamenti delle cornici di proiettori e fanali (Cromo lucido o satinato, Nero opaco e Grigio titanio, oltre alle 10 tinte di carrozzeria). Allo stesso modo, a richiesta, è possibile avere le calotte degli specchi retrovisori in Cromo lucido o satinato, Nero Opaco e Grigio Titanio.


Infine, un discorso a parte meritano i gruppi ottici di Alfa Romeo MiTo, veri e propri gioielli di tecnologia e design. Innanzitutto i proiettori anteriori sono disponibili in due versioni: la prima con lampade alogene, la seconda con Xenon (optional) che offrono una migliore qualità della luce emessa e un’eccellente resa in tutte le condizioni atmosferiche. Nella lampada a scarica di gas, infatti, il filamento dei proiettori tradizionali è sostituito da due elettrodi distanti pochi millimetri l’uno dall’altro che generano una scarica elettrovoltaica in un ambiente saturo di Xenon a bassa pressione. Rispetto ai normali proiettori con lampada alogena, questi dispositivi triplicano l’intensità luminosa e le ore di durata.


Inoltre, il proiettore anteriore propone la funzione “luce diurna” (Daytime Running Lights) che, alla messa in moto della vettura, automaticamente accende le lampade specifiche a basso assorbimento di energia per ridurre consumi ed emissioni di CO2: da sottolineare che questa funzione risponde ad una precisa normativa europea che entrerà in vigore nel 2012.


Ricercatezza stilistica e tecnologia d’avanguardia contraddistinguono anche i fanali posteriori di Alfa Romeo MiTo. Realizzati grazie alla tecnologia di Magneti Marelli Automotive Lighting, i gruppi ottici sono di forma circolare rinviando sia al mondo sportivo sia alla tradizione Alfa Romeo. In particolare, i fanali adottano i LED che, rispetto alle lampade tradizionali, offrono una maggiore intensità luminosa e una più rapida accensione in caso di frenata. Questo per una maggiore sicurezza unita ad un’estetica caratterizzante.


Come la linea esterna anche gli interni dell’Alfa Romeo MiTo rappresentano l’espressione più evoluta della sportività e dell’eleganza della Casa automobilistica.


Realizzati dal Centro Stile Alfa Romeo, il punto di partenza nella loro definizione è stato l’assetto di guida ponendo al centro dell’attenzione il conducente: ottimi rapporti nelle distanze fra pedaliera, sedile, volante e cambio consentono di percepire sensazioni di completo controllo della vettura a tutto vantaggio del piacere di guida tipicamente Alfa Romeo. Invece nel mobiletto centrale sono racchiusi i comandi del climatizzatore, della radio, del navigatore, la leva cambio e il selettore del sistema Alfa D.N.A. Inoltre, il quadro strumenti presenta tachimetro e contagiri analogici di forma circolare collegati tra loro da un display digitale riconfigurabile ad alta risoluzione mentre la perfetta illuminazione (a seconda delle versioni può essere rossa o bianca) assicura una nitida ed agevole lettura di tutta la strumentazione, in particolare durante guida notturna. Infine, il volante a tre razze permette la migliore disposizione delle mani ed una perfetta impugnatura anche nelle manovre più impegnative.


Ma gli interni del nuovo modello rappresentano il giusto equilibrio tra eleganza e sportività, binomio che Alfa Romeo traduce in raffinati abbinamenti cromatici, tessuti di qualità e materiali pregiati. Come dimostrano, per esempio, le finiture e i dettagli in colore “titanio lucido”: si tratta di una vernice cromo titanio che conferisce più profondità e lucentezza al particolare. Oppure, la possibilità di scegliere, a richiesta, un prezioso rivestimento in “Pelle Frau® “ (disponibile in Nero, Rosso e Cuoio), un tocco di esclusività che unisce il brand Alfa Romeo con uno dei più famosi marchi del Made in Italy nel mondo: il risultato finale è un ambiente emotivamente “coinvolgente” e dalla spiccata fattura artigianale.


La gamma si compone degli allestimenti Progression e Distinctive (sono disponibili anche i pack Sport e Premium), entrambi caratterizzati da un particolare rivestimento interno dall’aspetto “naturale”. La plancia scomposta in due parti, un corpo rigido e un mantello personalizzabile con gli allestimenti, garantisce una raffinata ricchezza e una sensazione tattile di elevata morbidezza. In dettaglio, l’allestimento Progression offre la plancia “Sprint” con due declinazioni di ambienti tra cui scegliere: nero, più classico e rassicurante, e rosso per chi vuole distinguersi con grinta. Per entrambi gli ambienti il mantello ha una caratterizzazione forte: si distingue per una particolare goffratura elegante, classica e naturale. I sedili hanno un tessuto centrale ricco per l’inserto di un filo lucido gommato che rende più luminosa l’intera seduta.


L’allestimento Distinctive propone la plancia “Competizione” (il cui mantello molto distintivo ha una goffratura tecnica che ricorda l’intreccio della fibra di carbonio, realizzato secondo una tecnologia esclusiva sviluppata da Alfa Romeo) e tre ambienti caratterizzati da finiture e colori diversi. L’ambiente nero è sobrio e sportivo, con una traccia di lucentezza che regala eleganza. Nell’ambiente rosso è facile identificare una doppia anima: sportiva grazie alla sua componente rossa e contemporaneamente elegante grazie al pigmento nero. Infine, l’ambiente blu in cui le fibre blu si intrecciano con quelle opache, crea uno spazio cangiante, sportivo e al tempo stesso elegante che ha sempre contraddistinto gli ambienti interni Alfa Romeo.


I sedili sono caratterizzati da una contrapposizione di materiali, che si vede e si “sente” al tatto. I fasciami, infatti, sono lisci e “setosi”, con un look pulito e cromaticamente opaco. La parte centrale, invece, è sempre rivestita di materiali più ricchi: sulla microfibra è stata impressa la fibra di carbonio che crea un ottimo contrasto di lucido / opaco. Il tatto è unico, sportivo per la microfibra sul fondo e “setoso” per la fibra lucida in superficie.


Passiamo al Pack Sport che si contraddistingue soprattutto per il sedile studiato per avere un carattere super sportivo. Il centrale è caratterizzato da un tessuto tridimensionale che richiama in chiave molto più giovane e dinamica l’elaborato intrecciato pelle/tessuto presente sul sedile di 8C Competizione. I colori sono due - nero e bordeaux - che giocano sul contrasto lucido/opaco per conferire ancora più cangianza e ricchezza alla seduta. Lateralmente, sempre in tono nero super opaco, sono posizionati gli inserti sellati con un tessuto liscio, pulito che contrasta con la ricchezza della seduta.


A completamento e in contrapposizione con la pulizia dell’inserto, troviamo un tessuto con un tatto volutamente materico per dare una sensazione di avvolgenza unica. Anche sulla Mito viene riproposto l’immancabile logo Alfa Romeo riposizionato sulla parte interna della seduta come sulla 8C Competizione. Il logo è ricamato con un filo in contrasto.


Infine, l’allestimento “Pelle Frau®“ si contraddistingue per la particolare attenzione che è stata riservata alla realizzazione del sedile confezionato con “Pelle Frau® “: la pelle è liscia sul fasciame, dove sulla parte interna ritroviamo il logo Alfa Romeo ricamato, mentre presenta una microforatura sul centrale del sedile che conferisce movimento al disegno e assicura la traspirabilità.


Sempre nella parte centrale, troviamo le classiche “canelloni” verticali. Ampia caratterizzazione è stata data alle parti perimetrali dove il tipico “cadenino” (elemento distintivo di gran parte dei sedili Alfa Romeo) viene questa volta riproposto da una doppia ribattitura. Tale elemento viene poi evidenziato su pelle nera grazie al colore in contrasto.


Da sottolineare che i sedili anteriori e posteriori di Alfa Romeo MiTo sono stati studiati per garantire il miglior comfort per ogni percentile di passeggero. Questo è stato possibile lavorando in stretto contatto con i migliori specialisti italiani di ergonomia e di medicina dello sport. Innanzitutto, per favorire il comfort, e soprattutto l’assorbimento delle vibrazioni, i sedili anteriori adottano un rinnovato sistema di supporto della parte lombare che favorisce il sostegno della schiena. Senza contare che i sedili anteriori propongono schiume capaci di adattarsi alla forma del corpo e hanno una struttura “antisubmarining” che evita lo scivolamento del corpo in avanti, al di sotto della cintura di sicurezza, in caso di urto frontale violento.


Inoltre, sui sedili anteriori sono disponibili le seguenti regolazioni: altezza; longitudinale (con un corsa totale di ben 240 mm); inclinazione dello schienale (tramite manopola che consente una regolazione di tipo continuo); e lombare (di serie per il sedile del guidatore, a richiesta per quello del passeggero). Come optional sono disponibili anche i sedili anteriori riscaldati. Infine, gli appoggiatesta sono dotati di dispositivo per la regolazione in altezza e sono equipaggiati con il sistema S.A.H.R. (Self Aligning Head Restraint) che, in caso di urto, avvicina gli appoggiatesta alla nuca degli occupanti attenuando così il “colpo di frusta”.


I sedili posteriori, a seconda delle versioni, sono proposti con lo schienale o in versione fissa o sdoppiato 40/60. Anch’essi presentano una struttura antisubmarining e adottano un’imbottitura a “portanza differenziata” a seconda della zona del sedile occupata (si tratta di un parametro che misura la capacità dell’imbottitura di cedere sotto il peso del corpo). Inoltre, sui sedili posteriori sono presenti gli agganci Isofix per il trasporto dei seggiolini per bambini mentre gli appoggiatesta sono di tipo “a sella scorrevoli”. Infine, Alfa Romeo MiTo offre di serie l’omologazione posteriore per due persone (disponibile a richiesta, il terzo posto è abbinato al sedile sdoppiato 40/60) esaltando così le caratteristiche sportive dei sedili ad alto contenimento.


Non ultimo, le dimensioni compatte della vettura non hanno penalizzato l’abitabilità complessiva che risulta ai vertici della categoria come dimostra, per esempio, l’ottimo spazio a disposizione dei passeggeri posteriori. Inoltre, su Alfa Romeo MiTo sono disponibili numerosi e comodi vani di dimensioni diverse per riporre oggetti piccoli e medi. Senza contare che il bagagliaio della nuova vettura Alfa Romeo si fa apprezzare sia per la forma regolare sia per la capienza di 270 litri.