Alfa Romeo Giulia in visita alle Cariche dello Stato

La nuova Alfa Romeo Giulia ha compiuto oggi un giro di rappresentanza presso le massime cariche dello Stato italiano. Iniziando gerarchicamente dal Presidente della Repubblica e successivamente a Palazzo Chigi dal Presidente del Consiglio.

giulia quirinale
La visita al Quirinale è avvenuta questa mattina, una Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio con la livrea Rosso Competizione è stata presentata al Presidente Sergio Mattarella da Sergio Marchionne e John Elkann, amministratore delegato e presidente del Fiat Chrysler Automobiles . Con l’AD alla guida per le vie di Roma la Giulia è entrata a Palazzo Chigi per l’incontro ufficiale della nuova berlina del Biscione con il Premiem Matteo Renzi. Marchionne, diretto e affilato come sempre, ha dichiarato che la Giulia, in questo caso la più potente versione da 510 cavalli, soffre nel traffico romano e le occorre una sgambata in autostrada.

Il Presidente del Consiglio Renzi ha tessuto le lodi dell’Azienda e del nuovo e tanto atteso modello, riferendosi propri alla Giulia ha dichiarato “è un messaggio di speranza e ripartenza dell’Italian Style. Noi esprimiamo tutta la gratitudine per gli investimenti che Fca sta facendo in Italia”. Sempre il Premier, rivolgendosi alla rappresentanza di operai FCA presenti all’evento ha comunicato che lo stabilimento di Cassino verrà potenziato e che entro il 2018 si passerà da 4.300 a 7.700 posti di lavoro.

Il prossimo impegno istituzionale della Alfa Romeo Giulia sarà la cerimonia di consegna di due esemplari Quadrifoglio all’Arma dei Carabinieri. Le vetture, vestite con la livrea della Benemerita, verranno consegnate al Comando Generale dell’Arma, la cerimonia si terrà a parco della caserma e saranno presenti i Ministri dell’Interno e della Difesa, del Capo di Stato Maggiore Graziano e del Comandante dei Carabinieri Del Sette. Per l’occasione saranno esibiti la Alfa Romeo Giulietta, già consegnata all’Arma, e la Jeep Renegade, della quale 800 esemplari, opportunamente configurati, verranno forniti nel corso dell’anno ai Carabinieri.

[foto: roma.corriere.it]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>