Alfa Romeo Stelvio: su strada la versione definitiva

I programmi di rilancio del marchio Alfa Romeo proseguono con lo sviluppo dei modelli annunciati in occasione della presentazione del piano industriale FCA, tra questi particolarmente atteso è il modello a ruote alte codename Tipo 949 D-SUV, del quale da qualche tempo conosciamo anche il nome ufficiale Stelvio. La Casa di Arese ha già messo su strada i muletti del nuovo modello e l’ultima cattura dei paparazzi potrebbe essere particolarmente ghiotta.

alfa-romeo-stelvio
Rispetto ai primi avvistamenti, nei quali la Alfa Romeo Stelvio era goffamente bardata con la carrozzeria della Fiat 500 L, l’ultimo incontro con il muletto potrebbe già svelare alcuni dettagli della versione definitiva. Nonostante le pesanti coperture, necessarie per dissimulare la reale sagoma dell’auto, si intuisce al primo sguardo che si tratta di un’auto del Biscione. Il frontale mostra le forme dell’inconfondibile scudetto e ricorda non poco l’anteriore della recente Alfa Romeo Giulia.

Del resto è risaputo che il Suv Alfa Romeo è stato sviluppato sulla medesima piattaforma Giorgio della berlina sportiva. Come la Giulia anche la Stelvio nascerà a trazione posteriore e verrà comunque proposta in varianti a quattro ruote motrici. Riguardo le motorizzazioni anche queste potrebbero essere condivise con la nuova berlina sportiva. Si vocifera inoltre di una allestimento hardcore Quadrifoglio equipaggiata con l’ormai celebre 2.9 litri con architettura V6 e 505 cavalli di potenza.

Alcune fonti insistono per l’avvio della produzione della Alfa Romeo Stelvio in tempi brevi, addirittura entro la fine di quest’anno e un debutto del modello commerciale entro i primi mesi del successivo, verosimilmente in occasione del Salone di Ginevra 2017. Sinceramente ci auguriamo che questa voce di corridio abbia fondamento e che anche per il Suv non si patiscano le lungaggini e i ritardi che hanno accompagnato il debutto della Giulia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>