Nuova BMW M3

Il nome M3 è da decenni sinonimo di sportività, di forme grintose e di emozioni fortissime; con questa sigla si è sempre identificata la versione più cattiva e adrenalinica della media BMW, in variante coupé e berlina quattro porte. Da quest’anno la BMW M3 sarà soltanto la versione berlina, dato che la due porte sarà contraddistinta dalla sigla M4; un gioco di nomi che non cambia comunque la sostanza, tanta sostanza, che gli ingegneri di BMW Motorsport hanno concentrato nel nuovo modello.

La configurazione quattro porte non sminuisce affatto il senso di sportività trasmesso dalla BMW M3, il bodykit Motorsport le conferisce una grinta notevole e la rende immediatamente riconoscibile; l’impatto visivo è decisamente forte e coinvolgente, ma la berlina bavarese non è mai eccessiva, anzi le si possono riconoscere doti di armonia e leggerezza.

L’anteriore della BMW M3 Berlina è caratterizzato da un elaborato gioco di prese d’aria e appendici aerodinamiche che rendono l’anteriore al tempo stesso vivace e minaccioso. Nonostante un frontale così deciso le fiancate non sono un semplice collegamento tra gli assali; la vista laterale è arricchita da sobrie minigonne, dagli Air Breather dietro i passaruota anteriori e dagli sporgenti passaruota posteriori, i quali evidenziala carreggiata allargata. Al posteriore campeggia un lip sotto al quale si aprono, come quattro bocche da fuoco, i terminali di scarico

Tutte le appendici e le soluzioni aerodinamiche sono state accuratamente studiate e messe a punto al Nurburgring con il contributo dei piloti Timo Glock e Bruno Sprengler. Tra i dettagli che fanno la gioia degli appassionati di tecnica, scopriamo che il tetto della M3 quattro porte è stato realizzato in materiale composito, un mix materiali sintetici rinforzati con la fibra di carbonio.

Sotto il cofano della BMW M3 non troviamo il consueto V8 ma un’unità inedita e ridimensionata; sposando la filosofia del downsizing la Casa bavarese ha realizzato un 6 cilindri il linea da 3.0 litri TwinPower Turbo capace di erogare una potenza massima di 431 cavalli e una coppia di 550 Nm; confrontando i valori con la precedente M3 V8 4.0 litri, l’edizione 2013 beneficia di una manciata di cavalli in più e di un corposo aumento della coppia massima.

Le prestazioni della BMW M3 sono ovviamente gratificanti, il comportamento della berlina è a dir poco esuberante; bastano 4.1 secondi per schizzare da 0 a 100, la velocità massima è come di consueto limitata a 250 km/h. la prestazione di accelerazione è ottenuta con l’abbinamento del sei cilindri al cambio a sette rapporti Dual Clutch M con Drivelogic.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>