Nuova Mitsubishi Pajero

Al prossimo Salone di Tokio, in programma dal 22 novembre all’1 dicembre 2013, scopriremo numerose novità assolute, molte delle quali proposte dai maggiori costruttori asiatici; tra i brand del Sol Levante che prenderanno parte alla kermesse, Mitsubishi ha scelto di anticipare tre significativi modelli. Si tratta di tre anteprime mondiali, tre interessanti concept quasi in configurazione pre-serie, le quali rappresenteranno le scelte stilistiche e costruttive del marchio nell’immediato futuro.

I tre modelli sono stati infatti sviluppati secondo mettendo a frutto le tecnologie sviluppate con la filosofia @heart Tecnology.

Il primo, in ordine di grandezza, è il Concept GC-PHEV; si tratta di un SUV a trazione integrale di generose dimensioni che potremmo tranquillamente identificare con la Nuova Mitsubishi Pajero. Il prototipo è mosso da un sistema ibrido sviluppato dalla Casa nipponica e composto da una unità V6 da 3.0 litri Supercharged e da un motore elettrico alimentato da un battery pack agli ioni di Litio. La trasmissione che permette di scaricare potenza sulle quattro ruote motrici è un raffinato e tecnologico cambio automatico a otto rapporti. Il sistema di trazione integrale della CG-PHEV potrebbe essere la speciale Super All Wheel Control.

Il secondo prototipo che Mitsubishi porterà al Salone di Tokio è il XR-PHEV, un crossover compatto idealmente concepibile come la nuova generazione di Mitsubishi ASX; anche per questo modello è stata prevista una declinazione del sistema ibrido “proprietario”. La composizione, presunta, del powertrain ibrido consta di un motore termico da 1.1 litri, sovralimentato e a iniezione diretta, affiancato nella spinta da un gruppo elettrico, motore e pacco batterie, compatto e leggero.

Il terzo concept della Casa dei Tre Diamanti è l’AR, acronimo per Active Runabout; si tratta di una vettura eclettica e versatile, un po’ monovolume e un po’ SUV, pensata per una utenza piuttosto vasta e dalle molteplici esigenze. Per il Concept AR non è ancora ben chiara la motorizzazione; si vocifera sull’adozione del 1.1 litri turbo a iniezione diretta e di un supporto “mild hibrid” fornito da una motorizzazione elettrica.

Tutti e tre i modelli saranno equipaggiati con gli ipertecnologici dispositivi di sicurezza attiva e-Assist e Connected Car messi a punto dagli sviluppatori Mitsubishi; tra le caratteristiche di questi sistemi il sistema di rilevazione e identificazione dei guasti e del rilevatore di situazioni di pericolo durante la marcia, il quale attiva autonomamente specifiche funzioni di sicurezza.

Lo stand 43 del Salone di Tokio ospiterà ben 17 modelli a marchio Mitsubishi, 13 dei quali esposti già nelle giornate di anteprima, destinate agli operatori del settore e alla stampa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>