Nuova Toyota Auris

La Toyota Auris si rinnova cercando, con una nuova linea più slanciata e meno da monovolume, di rosicchiare quote di mercato alle regine del segmento, che sono, in Europa come in Italia, la Golf, la Focus, la Astra e la Giulietta. La Nuova Auris è sicuramente più bella, studiata e progettata appositamente per il mercato europeo, e più ecologica, grazie alla versione full hybrid.

La Nuova Toyota Auris, presentata al Salone di Parigi ed in uscita verso la fine del 2012, è un’auto completamente rinnovata, con un design più avvenente, più spazio disponibile a bordo, più leggera e, quindi, capace di consumare meno carburante per tutte le sue motorizzazioni.

A livello estetico, la Auris di nuova generazione non somiglia più a una berlina incrociata ad una monovolume: essa è più lunga di 3 cm, più larga di 1,76 cm, più bassa di 5,5 cm e con lo stesso passo di 2,6 metri. Con questo cambio di proporzioni e dimensioni ora il suo aspetto è più dinamico e slanciato. Le nuove dimensioni della Auris sono pertanto: lunghezza 4,275 metri, larghezza 1,76 ed altezza di 1,46 metri.

La vettura è, inoltre, più leggera, di circa 40 kg, grazie all’impiego di acciaio ad alta resistenza. Migliora anche il coefficiente aerodinamico, passando da un Cx di 0,292 ad uno di 0,28. Nel frontale spicca l’ampia griglia inferiore verniciata con una griglia superiore di dimensioni ridotte che unisce i gruppi ottici, con, al centro, il marchio Toyota di dimensioni leggermente superiori rispetto al modello precedente. Il parabrezza è decisamente più inclinato, i 3 vetri laterali più lunghi, con la linea di cintura più marcata e dotata di profilo cromato che ne arricchisce la percezione visiva. Il portellone ha uno spoiler integrato e gruppi ottici di nuovo design.

Gli interni della Nuova Auris sono, innanzitutto, più spaziosi: i sedili anteriori infatti regalano 200 mm in più alle gambe dei passeggeri seduti nei sedili posteriori mentre l’apertura delle portiere è migliorata di 20 mm. La plancia è retroilluminata di colore blu, con design semplice. I materiali sono di buona qualità e, com’è solito nelle auto giapponesi, ottimamente assemblati. Lo spazio di carico si incrementa notevolmente, grazie ad una maggior ampiezza del portellone e a 50 mm in più disponibili in lunghezza: in questo modo la capacità complessiva del bagagliaio è di 360 litri.

Anche lo stile di guida è stato migliorato: le modifiche effettuate a sterzo, posizione di guida e sospensioni hanno consentito una migliore percezione del confort complessivo durante la marcia. Confort migliorato grazie anche all’alteza ridotta dei sedili anteriori con conseguente ribassamento del baricentro e ad una riduzione della rigidità delle sospensioni e del diametro della barra antirollio.

Tre sono gli allestimenti disponibili: Entry, Active e Lounge. L’allestimento Entry prevede, di serie, cruise control, luci Follow Me Home, assistenza alla partenza in salita mentre nella versione Acrive vi è anche il sistema Toyota Touch, multimediale. Di serie, su ogni versione, i sistemi di sicurezza ABS, EBD, assistenza alla frenata, controllo di stabilità del veicolo (VSC) e avviso della frenata di emergenza.

Al momento del lancio, la Nuvoa Auris avrà quattro motorizzazioni: il 1.3 benzina Dual VVT-i da 99 cavalli, con 128 Nm di coppia massima, che consuma mediamente 5,4 litri per 100 km; il 1.6 Valvematic da 132 cavalli con 160 Nm di coppia, 5,9 litri di consumo medio per percorrere 100 km; il diesel 1.4 D-4D da 90 cavalli con 205 Nm di coppia massima, con un consumo medio di 4,2 litri per 100 km ed il diesel 2.0 D-4D da 124 cavalli che consuma mediamente 4,3 litri per 100 km. Di serie, su ogni versione, il sistema Start&Stop. La versione ibrida, la Auris Hybrid, sarà spinta da un motore benzina 1.8 VVT-i associato ad un propulsore elettrico da 60 kW, con una potenza totale di 136 cavalli, capace di accelerare da 0 a 100 km/h in 10,9 secondi.

L’appuntamento con l’uscita della Nuova Toyota Auris è fissato per la fine del 2012. Non ancora comunicati i prezzi, che comunque non dovrebbero discostarsi troppo da quelli della versione precedente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>