torna all'home page

Alfa 156

Home Page - - Contatti - Concessionari - Sezione Usato - Confronti
Alfa Romeo - Audi - Bmw - Chevrolet - Chrysler - Citroen - Ferrari - Fiat - Ford - Honda - Hummer - Hyunday - Jaguar - Kia - Lamborghini - Lancia - Lexus - Maserati - Mazda - Mercedes Benz - Mini - Mitsubishi - Nissan - Opel - Peugeot - Porsche - Renault - Rolls Royce - Saab -Seat - Skoda - Smart - Ssangyong - Subaru - Suzuki - Toyota - Volkswagen - Volvo -
alfa 156
 




Link utili:
 


Alfa Romeo
Sito ufficiale della casa automobilistica
 


 


auto antiche ed auto d'epoca





Alfa Romeo>>ALFA ROMEO 156
.................................................................................

L'Alfa Romeo 156 è un modello di automobile prodotto dal 1997 al 2005 dalla casa automobilistica Alfa Romeo basato sul pianale della Fiat Tipo. Appartiene al segmento D, berline 3 volumi e 4 porte. La produzione della versione SportWagon proseguirà anche nel 2006, nella sola versione 1.9 M-Jet 150 CV.



La 156 è un'auto caratterizzata da una linea particolarmente armoniosa e al tempo stesso aggressiva, che porta la firma di Walter De' Silva. Considerata al tempo del lancio una delle berline esteticamente piú riuscite sul mercato. Nel 2003 ha subito un restyling ad opera di Giorgetto Giugiaro, che ne ha ammodernato il disegno. Anche gli interni, molto sportivi, con gli strumenti circolari orientati verso il pilota, al momento del lancio ebbero un impatto positivo sul pubblico ma, a causa di scarsi interventi di aggiornamento estetico, negli anni successivi mettevano in evidenza l'anzianità progettuale della vettura. Gli interni presentavano una qualità dei materiali sostanzialmente buona, e decisamente migliorata a partire dal model year 2002, mentre la qualità degli assemblaggi rimase, durante tutta la produzione, ad un livello nettamente inferiore alla migliore concorrenza tedesca. Dalla berlina fu derivata, nel 1998, la Sportwagon, ovvero la versione familiare.



Da sottolineare la principale innovazione portata dalla 156, per la quale essa passerà alla storia dell'Automobile: l'introduzione, per la prima volta al mondo, e in contemporanea con la Mercedes-Benz Classe C, del motore turbodiesel a iniezione diretta "Common rail", nel 1997, una vera rivoluzione nella tecnologia motoristica, ora impiegata da tutte le Case, e nel 2003, della nuova tecnologia Multijet, che permette anche nei Diesel una distribuzione a 4 valvole per cilindro. Sul versante dei motori a benzina, nel 2002 Alfa Romeo sostituisce il classico 2.0 Twin Spark con il nuovissimo 2.0 JTS (Jet Thrust Stoichometric) a iniezione diretta, capace di sviluppare 165 CV e 210 Nm di coppia massima, ottenendo un netto risparmio sui consumi rispetto al precedente motore, che però alla guida appare piú appagante, anche a causa del piú avanzato stato di sviluppo del vecchio bialbero a doppia accensione. Per quanto riguarda il top di gamma l'innovazione lascia posto alla tradizione. Si trovano infatti due versioni del mitico propulsore V6 "Busso" (dal nome del suo progettista), che montato proprio su 156, oltre che sull'Alfa Romeo 147 concluse trent'anni di onorata carriera: un 2.5 da 192 CV e il 3.2 GTA da 250 CV, che si può dire il canto del cigno di questo stupendo esemplare di tecnologia motoristica. Spinta dal corposo V6 3.2 litri, la 156 si spinge fino a 250 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 6.3 secondi.

Modelli: Listino Prezzi:

Diesel

1.9 JTD 16v M-Jet 150cv
 

powered by U N I C O net 2006

distributori gpl